Gli alimenti da evitare

E’ ormai evidente come esista un legame tra ciò che mangiamo e i disturbi del nostro corpo. Una dieta sana e bilanciata di vari nutrienti è sicuramente importante anche per la cura della psoriasi.
Ma è anche importante determinare quali cibi possano avere un collegamento con l’insorgere o il peggioramento dei sintomi della psoriasi. In questo articolo sono riepilogati gli alimenti che possono far male (qui invece trovi la dieta per curare la psoriasi), ma preciso che è opportuno fare dei test (escludendo o includendo dalla dieta un particolare alimento) per determinare quali cibi possano effettivamente avere effetti per te.
Malattie
Abbiamo già visto come alcune malattie sistemiche legate ad alimentazione e digestione (dislipidemia, obesità, diabete, colite) siano cause della psoriasi.
L’associazione tra psoriasi e obesità è documentata in vari recenti studi. In uno di questi si è analizzato il tessuto adiposo addominale di due gruppi di pazienti (46 con psoriasi e 46 senza). Dal confronto dei risultati è emerso che i pazienti con psoriasi avevano una maggiore quantità di grasso, nonché un rapporto grasso viscerale/grasso sottocutaneo più elevato.
Difficile capire se l’obesità sia una causa o l’effetto. Le ricerche infatti hanno rilevato una difficoltà dei malati di psoriasi nel metabolizzare i grassi saturi. I grassi saturi si trovano soprattutto nelle carni rosse, per questo vengono spesse limitate o sconsigliate nelle diete di chi soffre di psoriasi.
Alimenti da evitare o limitare
Lo zucchero, specie se raffinato, ha un effetto negativo sul nostro sistema immunitario, perciò va ridotto. Cerca di sostituirlo con miele, melassa e fruttosio.
Carne: la carne, specie quella rossa, contiene grassi saturi che rallentano il metabolismo e aumentano le infiammazioni corporee. Perciò riducine l’assunzione rimpiazzandola con altre fonti di proteine (soia, frutta secca, uova …). In merito alle uova attenzione però se si è intolleranti.
Formaggi: numerosi studi e evidenziano gli effetti dannosi derivati dall’assunzione di latticini in genere e, in particolare di formaggi stagionati. Una dieta opportuna per il malato di psoriasi dovrebbe escludere tutti i formaggi stagionati con un’assunzione moderata di formaggi freschi.
Verdure: è consigliabile un’alimentazione ricca di verdure anche per i malati di psoriasi. Ciò nonostante, si è potuto accertare una qualche relazione tra l’accentuarsi della malattia e l’assunzione di alcune verdure. In particolare si sconsiglia al malato di Psoriasi l’assunzione di quei vegetali verso i quali potrebbe manifestare una intolleranza:
• melanzane
• pomodori crudi
• peperoni e peperoncino, crudi e cotti
• alimenti particolarmente speziati
• patate
Insaccati (salumi): sono da evitare tutti gli alimenti derivati dal maiale e specificatamente tutti gli insaccati.
Alimenti fritti: è consigliato evitare tutte le pietanze fritte (carne, pesce, verdure, dolciumi) o comunque, assumerne con particolare moderazione.
Il grano è una delle principali cause di intolleranza alimentare. In un prossimo articolo vedremo infatti gli studi sui possibili legami fra intolleranza al glutine (presente in tutti gli alimenti graminacei come pane, pasta, biscotti etc.) e psoriasi.
Alcol: diverse ricerche dimostrano il collegamento fra l’alcol e peggioramento dei sintomi della psoriasi. Un recente studio condotto su donne americane mostra che quelle che bevono più di 5 bicchieri di birra alla settimana hanno il doppio delle possibilità di soffrie di psoriasi. Inoltre l’assunzione di alcolici aggrava nel 72% dei casi il fenomeno.
La dieta alimentare corretta per curare la psoriasi
Dieta alimentare e salute sono strettamente collegate. Ormai sappiamo che le malattie possono essere provocate o alleviate grazie anche all’alimentazione. Dopo aver visto gli alimenti da evitare, ora vediamo quelli utili per curare la psoriasi.
Come sempre preciso che è opportuno fare dei test (escludendo o includendo dalla dieta un particolare alimento) per determinare quali cibi abbiano realmente effetti positivi per la tua salute e la malattia. Ciò che funziona per alcune persone potrebbe non avere effetti per te, la chiave è sempre testare introducendo o eliminando lentamente un certo tipo di alimento dalla tua dieta.
Alimenti che fanno bene alla pelle
La vitamina D ha un ruolo centrale nella proliferazione delle cellule, l’apoptosi e l’angiogenesi. La vitamina D ha inoltre effetti benefici sulle malattie infiammatorie, inclusa la psoriasi. Infatti i pazienti a cui è stata somministrata oralmente per il trattamento dell’ osteoporosi hanno avuto miglioramenti anche per la psoriasi.
Questa vitamina è scarsa tra gli alimenti, quelli che ne sono più ricchi sono: l’olio di fegato di merluzzo, pesci grassi (salmoni, aringhe etc.), latte e derivati, uova, fegato e verdure verdi.
Acidi grassi essenziali. Visto quanto detto in precedenza sugli effetti positivi della vitamina D, non stupisce che gli acidi grassi presenti per esempio nel pesce abbiano effetti benefici.
Non tutti i grassi infatti fanno male, in particolare i grassi essenziali come Omega 3 e 6 che possono portare un leggero miglioramento della malattia (ma con alcune evidenze di possibili peggioramenti nell’eczema). I dati non sono sempre positivi, ma nel 61% dei casi il paziente ha avuto miglioramenti, nel restante nessun beneficio significativo.
Una dieta basata su pochi carboidrati e molti vegetali può migliorare i sintomi, così come una dieta ricca di grassi insaturi come appunto quelli del pesce (omega 3). La National Psoriasis Foundation consiglia nella dieta funzionale: soia, noci, cioccolato e mirtilli, oltre a bere molta acqua.
Sono utili anche i minerali, in particolare quelli antiossidanti. Purtroppo oggi sono sempre più scarsi negli alimenti a causa della conservazione e della raffinazione dei cibi che consumiamo a tavola.
Tra i minerali segnalo in particolare il selenio (presente anche in vari integratori alimentari) in quanto la ricerca scientifica ne ha certificato il legame positivo per la pelle, tanto che esiste una forte correlazione tra bassi livelli di selenio e malattie infiammatorie della pelle come il cancro alla pelle, il melanoma maligno e il linfoma.
Anche il silicio è importante. L’essere umano nasce con un quantitativo di silicio organico fondamentale per la crescita e la difesa immunitaria. Questo quantitativo diminuisce inesorabilmente con l’invecchiamento, è opportuno quindi integrarlo nei cibi.
La carenza di zinco è associata alla presenza di placche di psoriasi. Non ci sono però al momento riscontri sul fatto che l’assunzione orale di integratori dia benefici. Altri validi integratori sono la lecitina e l’acido folico.
Zinco, selenio o altri integratori puoi comprarli online risparmiando.